(format RFC 1123) (Es.: )
pub
IN QUESTO MOMENTO
Cunego: "L'obiettivo principale mio e della squadra sarebbe fare il Giro"
TOUR DOWN UNDER
Ewan fa sua la prima tappa
WorldTour
Pubblicato il 13 April 2016 Alle 17:43

Movistar, Ventoso: "Non devono mai esserci freni a disco in gruppo"

Movistar, Ventoso: "Non devono mai esserci freni a disco in gruppo"

Foto: (c) Movistar

Vittima di un infortunio causato da un freno a disco, Francisco Ventoso ha voluto alzare la voce. Il corridore della Movistar, coinvolto in un incidente alla Parigi - Roubaix 2016, in occasione della quale alcune squadre avevano adottato le nuove tecnologie frenanti, ha rilasciato una lettera aperta nella quale ha voluto far sentire la sua voce in merito.

La lettera aperta

Ho trascorso 13 anni nel professionismo e altrettanti scalando le varie categorie giovanili. In totale ho trascorso 26 anni in bicicletta, allenandomi ogni giorno e godendomi quel che mi piace. Da quando avevo 6 anni mi piaceva correre e continua a piacermi. Sono felice di aver tradotto la mia passione nel mio lavoro.

Come in ogni disciplina, anche il ciclismo si è evoluto da un punto di vista tecnico. Tuttavia, non sempre ha preso la direzione che tutti volevano. Nel corso di questi anni, ci sono stati molti miglioramenti in parti differenti della bicicletta (…) e sono sicuro che non finirà qui. L'evoluzione tecnologica è una sorta di processo con errore: raggiungere questo punto non è stato facile (…).

Il punto è questo: due anni fa abbiamo iniziato a vedere i freni a disco nelle biciclette da cross e si iniziava a parlare della possibilità di vederli nel ciclismo su strada. Voglio chiarire subito un punto: sono assolutamente favorevole al fatto che i crossisti ed altri sportivi si godano i vantaggi dei freni a disco.

Ma poi, ci sono gli eventi di ciclismo professionistico su strada. C'è qualcuno che pensava che fosse impossibile vedere le cose che sono successe domenica? Veramente nessuno credeva che fossero pericolosi? Nessuno si è reso conto che potessero tagliare, come coltelli giganti? Alla Parigi - Roubaix solamente due squadre li hanno usati. Con otto corridori ciascuno, sedici in totale per 32 freni a disco in gruppo. Ora entriamo al chilometro 130 di gara: in una sezione in pavé, con una caduta che spezza il gruppo e tanti corridori che finiscono ovunque. Ho dovuto frenare, ma non ho potuto evitare di finire contro il corridore davanti a me, che stava a sua volta cercando di non finire contro quello davanti. Io non sono caduto, ma con la gamba ho toccato la parte posteriore della sua bicicletta. Ho proseguito, ma poco dopo ho guardato la mia gamba. Non faceva male, e non perdevo molto sangue, ma ho potuto vedere la membrana che copre la tibia. Sono sceso di bici, per buttarmi sul lato destro della strada, coprendomi il viso con le mani, in stato di shock e incredulità, iniziando a sentirmi male... Ho solo potuto aspettare la mia ammiraglia, mentre molte cose mi passavano per la testa.

Solo sfortuna? Non penso: dopo pochi chilometri, uno dei pensieri che avevo avuto è divenuto reale.15 chilometri dopo il mio incidente, Nikolas Maes, della Etixx - QuickStep, sale in un'ambulanza simile a quella in cui mi trovavo. C'era un profondo taglio al ginocchio, prodotto da un altro freno a disco, uno dei 32. Una domanda sorgeva inevitabilmente: cosa potrebbe succedere se ci fossero 396 dischi con 198 corridori che lottano per le posizioni?

I freni a disco non sarebbero MAI dovuti arrivare in gruppo, almeno non per come li conosciamo ora. Non ho mai conosciouto corridori che abbiano perso potenza di frenata con i freni tradizionali, neanche corridori che non abbiano visto le proprie ruote slittare quando si effettua una frenata al massimo, non importa se con i freni tradizionali o a disco. Quindi: perché usarli?

Oltretutto, ci sono molti problemi nel cambiare una ruota dopo una foratura; si aggiunge una difficoltà al servizio neutro, che dovrà avere con sé tre o quattro set diversi per il soccorso, nel caso l'ammiraglia non sia da quelle parti... e la cosa più preoccupante, come ho detto prima, è che i freni a disco possono diventare dei coltelli giganti quando cadi ad una certa velocità E in alcuni momenti tocchiamo gli 80 ,90, 100 km/h.

Sono stato fortunato: la mia gamba non è stata completamente tagliata, ma solo qualche muscolo e la pelle. Ma potete immaginare se il disco taglia la giugulare o un'arteria femorale? Preferirei evitare.

Tutto questo succede perché l'associazione internazionale dei corridori, il CPA, le associazioni nazionali e internazionali, le squadre e soprattutto NOI CORRIDORI PROFESSIONISTI, non facciamo nulla. Pensiamo sempre che se non accade a noi il problema non si pone. Aspettiamo sempre che succedano cose terribili prima di adottare delle contromisure. Prima o poi potrebbe succedere a chiunque: c'è la stessa possibilità per ognuno. I corridori professionisti devono guardare oltre il proprio orticello. Gli altri ci dicono cosa dobbiamo fare, ma non dobbiamo dimenticarci che NOI ABBIAMO IL POTERE DI SCEGLIERE, E DOBBIAMO PRENDERE UNA DECISIONE. I freni a disco tagliano. Questa volta è successo a me, la prossima volta potrebbe essere più serio e accadere a chiunque. 

Da Luca Pellegrini
COMMENTI
Nessun commento
Per commentare questo articolo, connettiti con il tuo account CyclingPro.net
Connessione
WorldTour
Pubblicato il 17 January 2017 Alle 09:48
Tour Down Under 2017, Bonifazio: "Voglio provare a vincere una tappa, non è impossibile"
Tour Down Under 2017, Bonifazio: "Voglio provare a vincere una tappa, non è impossibile" Niccolò Bonifazio inizia con un piazzamento il Tour Down Under 2017. Il velocista italiano ha concluso la prima frazione della corsa australiana con un quinto posto, bissando il risultato ottenuto dodici mesi fa sempre nella frazione inaugurale della corsa.
Strada
Pubblicato il 17 January 2017 Alle 08:54
FCI, beffa elettorale per Tosatto: "Si è persa una possibilità"
FCI, beffa elettorale per Tosatto: "Si è persa una possibilità" Matteo Tosatto non svolgerà il ruolo di Consigliere Federale in rappresentanza degli Atleti della Federazione Ciclistica Italiana. L'ex corridore della Tinkoff non è stato infatti eletto sabato scorso a Rovereto con la vittoria che è andata il cicloamatore Federico Campoli.
PUBBLICITÀ



WorldTour
Pubblicato il 17 January 2017 Alle 08:35
Tour Down Under 2017, Ewan: "Sarà bello domani indossare la maglia di leader"
Tour Down Under 2017, Ewan: "Sarà bello domani indossare la maglia di leader" Caleb Ewan lascia il segno nella prima frazione del Tour Down Under 2017. Il portacolori della ORICA - Scott ha regolato il gruppo in volata sul traguardo di Lyndoch ottenendo il secondo successo stagionale.
Sintesi Gare
Pubblicato il 17 January 2017 Alle 05:55
Tour Down Under 2017, nel caldo infernale di Lyndoch emerge Ewan
Tour Down Under 2017, nel caldo infernale di Lyndoch emerge Ewan Caleb Ewan inizia nel migliore dei modi il Tour Down Under 2017. Il velocista della ORICA - Scott si è infatti imposto allo sprint sul traguardo di Lyndoch, al termine di una tappa di soli 118 chilometri per via delle elevate temperature che hanno sfiorato i 40° C.
Volti Nuovi del Gruppo
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 20:00
I Volti Nuovi del Gruppo, Filippo Ganna: "Sogno la Roubaix e un titolo olimpico"
I Volti Nuovi del Gruppo, Filippo Ganna: "Sogno la Roubaix e un titolo olimpico" Inizia la stagione 2017 e con essa riparte la rubrica I Volti Nuovi del Gruppo. Sulle pagine di SpazioCiclismo ci sarà la possibilità di conoscere al meglio i neoprofessionisti italiani che faranno ufficialmente il loro ingresso del gruppo.
Extra
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 19:15
Santos Tour Down Under 2017, Presentazione Tappa 1: Unley - Lyndoch
Santos Tour Down Under 2017, Presentazione Tappa 1: Unley - Lyndoch Il WorldTour è pronto a partire con il Santos Tour Down Under 2017.
Extra
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 18:41
Santos Tour Down Under 2017, i favoriti: Porte per sfatare un tabù
Santos Tour Down Under 2017, i favoriti: Porte per sfatare un tabù Il countdown è finalmente giunto al termine e da domani si apre ufficialmente la stagione con lo start del Santos Tour Down Under 2017. La breve corsa a tappe australiana, in programma dal 17 al 22 gennaio, è ormai un appuntamento di rilievo del calendario internazionale e ancora una volta sarà all'insegna dell'imprevedibilità.
Strada
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 16:43
Fantastagione Zweeler 2017: minimo 12.500 euro di premi
Fantastagione Zweeler 2017: minimo 12.500 euro di premi Con l'inizio del Tour Down Under (17-01 1:00) prende il via il calendario 2017 di ciclismo. Questi appuntamenti segnano anche l'inizio di una lunga e straordinaria stagione ciclistica su Zweeler con il debutto della Fantastagione Ciclismo 2017. Con solo 10 euro puoi competere per aggiudicarti una parte del montepremi di almeno 12.500 euro.
Continental
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 18:02
La Mediterranéenne 2017, manca la scorta tecnica: corsa annullata
La Mediterranéenne 2017, manca la scorta tecnica: corsa annullata Annullata La Mediterranéenne 2017. La breve corsa a tappe transalpina, in programma la seconda settimana di febbraio, aveva incontrato problemi organizzativi già nelle settimane precedenti, trovandosi costretta a ridurre a due i giorni di corsa ed ora, secondo quanto riporta VeloRacingNews, è arrivata la decisione di rinviare al 2018 l'appuntamento.
Presentazione squadre
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 17:30
Presentazione squadre 2017: FDJ
Presentazione squadre 2017: FDJ La FDJ si presenta ai nastri di partenza della stagione 2017 con 30 corridori. La formazione diretta da Marc Madiot conferma sostanzialmente buona parte del suo roster, in particolar modo i suoi capitani e rimpolpando la rosa con alcuni nuovi elementi che vanno a sostituire alcune partenze di rilievo come quelle di Alexandre Geniez, Kenny Ellisonde e Yohann Offredo.
Giro 2017
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 13:52
Giro d'Italia 2017, tre italiane in lizza per due WildCard?
Giro d'Italia 2017, tre italiane in lizza per due WildCard? Cresce l'attesa per conoscere le WildCard per il Giro d'Italia 2017. La decisione finale di RCS è attesa per questa settimana con l'attesa che riguarda soprattutto due dei quattro inviti che saranno assegnati.
Esclusive
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 13:21
NIPPO - Vini Fantini, Cunego: "L'obiettivo principale mio e della squadra sarebbe fare il Giro"
Damiano Cunego è pronto ad iniziare il suo terzo anno alla NIPPO - Vini Fantini. Il veronese è reduce da una stagione positiva in cui non è arrivata la vittoria, ma nonostante ciò è stato protagonista in diverse corse ed in particolar modo al Giro d'Italia indossando la maglia azzurra per tredici tappe.
Presentazione squadre
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 12:33
Presentazione squadre 2017: Cofidis
Presentazione squadre 2017: Cofidis La Cofidis approccia alla nuova stagione con buone ambizioni, dopo aver confermato l'ossatura degli ultimi anni. Malgrado sia Professional, la formazione di Yvon Sanqueur è tra le più presenti alle corse WorldTour e questo le permette di avere certezze importanti nella pianificazione degli obiettivi.
Extra
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 11:16
Santos Tour Down Under 2017, gli italiani al via
Santos Tour Down Under 2017, gli italiani al via Il calendario WorldTour inizierà da domani con il Tour Down Under 2017. Al via della corsa da Unley ci saranno 13 corridori italiani, tre in meno rispetto a soli dodici mesi fa, che proveranno a farsi valere nel migliore dei modi, cercando di interpretare nel migliore dei modi il ruolo che gli sarà attribuito dalla loro squadra.
Startlist
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 10:54
Santos Tour Down Under 2017, la startlist definitiva
Santos Tour Down Under 2017, la startlist definitiva Come da tradizione, il Santos Tour Down Under inaugurerà la stagione WorldTour. In programma dal 17 al 22 gennaio, sarà il primo grande appuntamento del 2017 ed è inevitabile che ci sia grande attesa.
WorldTour
Pubblicato il 16 January 2017 Alle 09:20
Bahrain - Merida, Bonifazio inizia con un quarto posto: "Sono davvero felice"
Bahrain - Merida, Bonifazio inizia con un quarto posto: "Sono davvero felice" La Bahrain - Merida ha iniziato ieri la sua avventura nel mondo del ciclismo. La formazione araba ha partecipato alla People's Choice Classic 2017, sfiorando il podio con Niccolò Bonifazio che si è piazzato in quarta posizione.
Presentazione squadre
Pubblicato il 15 January 2017 Alle 19:58
Le 10 Scommesse del 2017, 1: Alberto Contador
Le 10 Scommesse del 2017, 1: Alberto Contador Stanno per aprirsi le danze della stagione 2017 e c'è grande curiosità riguardo quel che potranno fare i corridori. All'interno del gruppo dei professionisti, SpazioCiclismo ha scelto 10 nomi che rappresentano le grandi scommesse per la nuova stagione. Giorno dopo giorno andremo a scoprirli e analizzare le loro ambizioni.
Extra
Pubblicato il 15 January 2017 Alle 18:00
Santos Tour Down Under 2017, il percorso
Santos Tour Down Under 2017, il percorso Il Santos Tour Down Under 2017 si conferma anche quest'anno come un interessante approccio al WorldTour.
Presentazione squadre
Pubblicato il 15 January 2017 Alle 13:15
Presentazione squadre 2017: Dimension Data
Presentazione squadre 2017: Dimension Data Non è stato uno degli inverni più sereni per la Dimension Data. Il timore di non rientrare nel circuito WorldTour per una questione di punti ha messo a repentaglio un progetto che, fin dai suoi albori, è stato caratterizzato da una crescita costante fino ai vertici del panorama internazionale.
Esclusive
Pubblicato il 15 January 2017 Alle 12:00
Team UAE, Ganna verso l'esordio da pro': "Chiudiamo un libro e sono pronto ad aprirne uno nuovo"
Team UAE, Ganna verso l'esordio da pro': "Chiudiamo un libro e sono pronto ad aprirne uno nuovo" L'Italia continua ad essere fucina di talenti per il ciclismo internazionale e nel 2017 tanti giovani interessanti faranno il grande salto tra i professionisti. In questo panorama di stelle, la più luminosa è quella di Filippo Ganna.
pub
Abbonatevi!
 
computer
MI VOGLIO ABBONARE
Sondaggio
Sondage vide

No sondage